# Tag popolari

27 Maggio 2024

Bio & Sostenibile

Il benessere tutt’intorno a te! Magazine e Newsletter

 

Torna “Trekking col treno”

Da aprile a dicembre 2024 ben 41 escursioni lungo i sentieri del territorio bolognese. Dalla pianura all’Appennino tanti percorsi da scoprire a piedi e da raggiungere con il treno o con il bus.

Sono 41 le escursioni proposte da Trekking col Treno, storico appuntamento giunto quest’anno alla 33^ edizione.

Si tratta di percorsi per la maggior parte adatti a tutti, anche alle famiglie con bambini, basta avere scarpe adatte e abbigliamento adeguato al clima. Dalla pianura all’Appennino lungo i sentieri del territorio bolognese, da quelli più conosciuti ad altri ancora poco noti, tutti da scoprire a piedi e da raggiungere con il treno o con il bus, in un’ottica di eco-sostenibilità dei trasporti.

Il progetto è coordinato da Territorio turistico Bologna – Modena e CAI sezione di Bologna. Partner dell’iniziativa sono Trenitalia Tper, che fornisce supporto sul trasporto pubblico ferroviario, Tper che gestisce il trasporto pubblico locale su gomma, Bologna Welcome che coordina la piattaforma di prenotazione e il sito e APT Servizi che concorre alla comunicazione dell’iniziativa. 

Fra le 41 proposte anche un trekking, in programma il 13 ottobre, per ricordare il lavoro dei minatori che realizzarono la storica linea ferroviaria Direttissima che quest’anno compie 90 anni. L’escursione “Pensando ai minatori di ieri e di oggi” propone infatti la scoperta dei sentieri sopra la lunga galleria ferroviaria dell’Appennino.

Il 19 maggio sarà la volta di Un poco di Piccola Cassia, un trekking tra Tolè e Castel d’Aiano sull’antica via di pellegrinaggio. E ancora le escursioni ci accompagneranno tra i colli e i vigneti della Valsamoggia, il 26 maggioSulle langhe bolognesi, tra caratteristici borghi dell’Appennino, alla scoperta delle peculiarità geologiche e paesaggistiche del territorio.

In territorio imolese spazio a tre escursioni, accompagnate anche dal CAI Imola: due con partenza da Castel San Pietro per camminare tra le dolci colline di Vedriano e di Fiagnano, e un’ultima che si spingerà alla scoperta della vallata del Santerno, Dai gessi di Tossignano a Monte Battaglia ed a Castel del Rio il 2 giugno.

Anche quest’anno è confermata la collaborazione tra Trekking col Treno e Crinali, la grande rassegna culturale estiva dell’Appennino che dedica a tre escursioni Trekking col Treno altrettanti concerti in luoghi di grande suggestione: il 23 giugno a Ronchidosol’1 settembre nei I boschi incantati di Bocca di Rio, e l’8 settembre nei luoghi cari al pittore Giorgio Morandi.

L’iniziativa è resa possibile dalla collaborazione dell’Unione Appennino Bolognese che cura la rassegna.

Confermate le ormai classiche camminate della memoria, momenti per riflettere sulla storia non troppo lontana del nostro territorio, in un 2024 in cui cade l’ottantesimo anniversario della strage di Burzanella: Il silenzio di Bel Poggio il 29 settembre e A Monte Sole: 80 anni di lutto, 5 ottobre.

La Pianura ospita gli escursionisti di Trekking col Treno lungo il canale Navile, nell’ormai storica Andè ban in tal canel il 16 novembre.

Come partecipare

Anche quest’anno Trekking col Treno prevede la prenotazione obbligatoria per ogni escursione e un numero limitato a 40 partecipanti.

La prenotazione si effettua online nella settimana dell’escursione (dalla mattina del lunedì al tardo pomeriggio del venerdì) sul sito, che utilizza la piattaforma sicura Trekksoft fornita da Bologna Welcome e che permette anche il pagamento della quota di partecipazione: 7 Euro per i non soci CAI (di cui 2 euro per il progetto legato al recupero del sentiero CAI 913, che da Pianoro Vecchio conduce al Parco del Paleotto) e 2 Euro per i soci CAI. La quota di partecipazione non comprende i costi dei trasporti, che sono a carico dell’escursionista.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito, la pagina Facebook Trekking col Treno o visitare l’info point eXtraBO (piazza del Nettuno 1/ab-Bologna).

Next Post

Al via la stagione del cicloturismo con FIAB

Mar Feb 20 , 2024
La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta promuove il cicloturismo come forma di vacanza attiva e sostenibile: un ampio ventaglio di pedalate adatte a tutte le esigenze. FIAB, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, promuove il cicloturismo come forma di vacanza attiva e sostenibile, rispettosa dei territori e della natura, ma anche come occasione di socialità e incontro. […]
cicloturismo come forma di vacanza attiva e sostenibile

Ti può interessare anche...

seers cmp badge