# Tag popolari

13 Luglio 2024

Bio & Sostenibile

Il benessere tutt’intorno a te! Magazine e Newsletter

 

Turismo sostenibile: una strategia al cambiamento climatico

Più che uno svago sembra che per molti di noi viaggiare, specie negli ultimi anni, stia diventando un bisogno profondo, un ritorno a noi stessi, che poco ha a che vedere con la frenesia e il consumismo del turismo di massa.

Si tratta di un modo più consapevole e responsabile di muoversi nel rispetto di ambiente, culture e comunità locali ospitanti. Principi questi ultimi che l’organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO) pone alla base del cosiddetto turismo sostenibile, in vista del crescente bisogno di ridurre quanto più possibile il notevole impatto che viaggiare ha sull’intero ecosistema e, indirettamente, anche sull’aggravarsi del cambiamento climatico.

Il settore turistico negli ultimi decenni ha conosciuto una forte espansione a livello mondiale e si stima che negli anni a venire sia destinato ad un’ulteriore importante crescita. Un fenomeno questo da attribuire principalmente alla rivoluzione digitale. Grazie alla tecnologia, possiamo decidere in autonomia destinazioni, prezzi, aeroporti, alloggi, itinerari, confrontando comodamente dal nostro smartphone le numerose offerte disponibili in rete.

Il punto è che dal comfort siamo finiti, senza rendercene conto, in un allarmante circolo vizioso, influenzati dai tanti blog di viaggio, dalle foto ben ritoccate di città e cibi locali che saturano i social, da like e hashtag che seducono e invogliano migliaia di follower a raggiungere quelle stesse mete famose che si ritrovano inevitabilmente prese d’assalto. In città come Roma, Venezia, Barcellona, Amsterdam, Parigi si assiste da tempo a lunghe code, overbooking, servizi pubblici e privati inadeguati e congestionati, traffico, caos, danni a patrimoni storici e ambientali, rendendo frustrante la vita dei residenti così come le esperienze dei turisti.

Numerose sono le soluzioni che offre il turismo sostenibile per porre rimedio ai danni di questa spasmodica tendenza.

Innanzitutto valutare la possibilità di scegliere mete alternative, riscoprendo il fascino di luoghi meno frequentati nella propria regione o altrove; godere di tempi più lenti per apprezzare a pieno gli aspetti della località e le attività svolte; informarsi sulla storia e le tradizioni del paese che andremo a visitare, così che il viaggio possa diventare un’occasione di arricchimento culturale e non solo di divertimento.

Partiamo dal mezzo di trasporto

Tra le alternative per viaggiare in modo sostenibile, il treno rappresenta di certo l’opzione meno inquinante. Tuttavia, se viaggiamo almeno in 3, anche la macchina può essere una buona scelta. Da ultimo, l’aereo: sicuramente il mezzo più inquinante dei tre. Cerchiamo di evitarlo se dobbiamo raggiungere città relativamente vicine.

E perché non fare un cammino?

In Italia ce ne sono di bellissimi e possono donarvi esperienze di vita vera, con grande contatto con voi stessi e con la natura.
Laddove è possibile sono da preferire i viaggi in bassa e media stagione e una volta sul posto usufruire dei mezzi di trasporto pubblici, noleggiare bici o veicoli elettrici; valutare lo scambio case, l’ospitalità presso famiglie in cambio di qualche ora di lavoro, o alloggiare presso strutture ecofriendly a basso impatto ambientale, gustando alimenti biologici a km zero, potendo avere a disposizione più scelte vegetariane e vegane; spendere in mercati locali, anziché nelle catene della grande distribuzione, favorendo l’economia del posto.

È un elogio alla semplicità, un richiamo antico ed istintivo per ricongiungerci alla nostra vera natura, coscienti che ogni nostra buona scelta influenzerà in positivo il nostro futuro e quello di chi ci circonda.

Next Post

La canapa: una vera bandiera della sostenibilità tessile

Lun Giu 5 , 2023
Per scrivere, per navigare, per vestire. Sulla carta di canapa sono state stampate le prime copie della Bibbia di Gutenberg, è stata stampata la bozza della dichiarazione d’indipendenza americana; con i tessuti di canapa si sono realizzate le vele che muovevano i commerci nei mari tempestosi di tutto il mondo;
La canapa: una vera bandiera della sostenibilità tessile

Ti può interessare anche...

seers cmp badge