# Tag popolari

20 Aprile 2024

Bio & Sostenibile

Il benessere tutt’intorno a te! Magazine e Newsletter

 

E’ iniziato il foliage: lo spettacolo naturale di colori che ci fa bene

Benessere con il foliage

Da quando mi sono riavvicinata alla natura, andando a vivere in collina, non c’è stagione per me più sorprendente dell’autunno!

“Finché ci sarà l’autunno, non avrò abbastanza mani, tele e colori per dipingere la bellezza che vedo.” ha detto Vincent van Gogh, e come non condividere!

E anche quest’anno per fortuna è arrivato il momento dell’anno per ammirare il “foliage”. I colori della natura passano dal verde alle tonalità del rosso e arancio, e si assiste alla caduta del fogliame.

foglie colorate autunnali

Quali sono i meccanismi che causano il fenomeno naturale e i benefici per la nostra salute?

Il termine foliage significa “fogliame”. E’ il fenomeno per cui i boschi si tingono di vari colori che vanno dal marrone al rosso.
E’ lo spettacolo naturale delle piante caducifoglie nella zona del clima temperato.

Quando vedere il foliage?

Il periodo è variabile. Quest’anno è finalmente arrivato ad ottobre e durerà fino a novembre, questo periodo in cui le foglie degli alberi cambiano colore: dal verde cangiante i colori diventano più caldi, creando un caleidoscopio di sfumature che ci stupisce giorno dopo giorno.

foliage colori autunno

Perché accade questo fenomeno? 

Quando le foglie arrivano alla fine della loro vita, la clorofilla, responsabile del loro colore verde, diminuisce, questo anche perché in autunno aumentano le ore di buio e per effetto dalla differente escursione termica esistente tra il giorno e la notte. Quando manca la clorofilla diventano visibili pigmenti di altri colori: i carotenoidi (arancione, giallo e rossi).

Benefici

Le foglie cadute sono una fonte preziosa di energia per il suolo e il bosco. Le sostanze nutritive che vi sono immagazzinate si trasferiscono nel terremo, diventando un ottimo fertilizzante.
A noi che amiamo lo spettacolo cromatico del foliage, camminare nei boschi fa inalare composti organici volatili che riducono lo stress e regolarizzano i ritmi sonno-veglia.

Dove fotografare il foliage?

in Italia gli alberi e gli arbusti che producono i colori più spettacolari, sono: querce, castagni, frassini, sorbi, meli selvatici, larici.
Queste essenze sono molto diffuse nei boschi e nei parchi del nostro bel paese. Non ti resta che andarle a cercare!

Le mete che non puoi perdere per fotografare il foliage d’autunno

Personalmente amo così tanto questo periodo e i colori del foliage, che mi organizzo apposta dei giri o dei weekend alla scoperta degli alberi più sorprendenti!

ginkgo biloba foliage

Tra questi ti consiglio di certo le ginkgo biloba della provincia di Modena, a Villa Gandini di FORMIGINE: 2 esemplari maestose che risplendono del giallo dorato delle loro chiome.


Come boschi sono sorprendenti quelli delle FORESTE CASENTINESI, in Provincia di Arezzo.

Fino al prossimo 11 novembre è in funzione il TRENO DEL FOLIAGE: un percorso di 52 chilometri che collega Domodossola a Locarno, in Svizzera, attraverso la storica ferrovia della Vigezzina-Centovalli. 83 ponti e 31 gallerie da attraversare in poco meno di 2 ore. In mezzo il paesaggio della Val d’Ossola, della Valle Vigezzo e delle Centovalli con vedute e scorci panoramici sull’alto Piemonte e il Canton Ticino.

Foliage in vigna

Visto quanto si colorano e sono belli i filari delle viti, un altro posto che sento di consigliarvi sono le LANGHE, in Piemonte. I belvedere sono sempre un’ottima soluzione per poter godere di viste panoramiche sui filari. Tra i più suggestivi troviamo quelli di La Morra e Verduno che affacciano direttamente sulle colline e sui vigneti.

Nel cuore di MERANO, in Alto Adige, parte il Sentiero di Sissi che, in 45 minuti a piedi, porta ai Giardini di Castel Trauttmansdorff: una superficie di 12 ettari con 80 ambienti botanici e piante da tutto il mondo. In autunno le foglie dei faggi si tingono di rosso, le chiome delle sequoie si illuminano, gli aceri del Canada si accendono. Un vero spettacolo!

Next Post

Moringa bio di Sardegna: la pianta dalle mille virtù

Gio Ott 26 , 2023
La Moringa Oleifera è una pianta originaria dell’India, dove viene utilizzata da secoli nella medicina tradizionale per curare malattie grazie alle sue incredibili proprietà nutrizionali e terapeutiche, tanto da essere chiamata l’Albero dei Miracoli. La pianta ha trovato anche in Sardegna terreno e clima ideali e Domenico Vargiu la coltiva in biologico da 6 anni, a pochi km […]
Moringa Extra di Sardegna

Ti può interessare anche...

seers cmp badge