# Tag popolari

24 Giugno 2024

Bio & Sostenibile

Il benessere tutt’intorno a te! Magazine e Newsletter

 

Perché coltivare la Paulownia?

Questa pianta chiamata “la pianta del futuro” raggruppa tutte le virtù sotto elencate:

Pianta bellissima con grandi foglie verdissime e una fioritura splendida per l’intero mese di aprile.

Impieghi in parchi, giardini, campeggi, inserimenti paesaggistici.

Pianta con accrescimento rapidissimo

Ritorni economici rapidi e prolungati nel tempo (ogni 8 anni circa ha un tronco di 40 cm di diametro e può consentire 4 tagli in 32 anni circa); rapido consolidamento dei terreni franosi, protezione rapida del suolo, grande ombreggiamento sin dal secondo anno di vita.

Pianta cedua

Ogni volta che viene tagliata ricaccia ed in pochissimo tempo è di nuovo un albero maestoso.

Pianta caducifoglie

Fa ombra d’estate e non sottrae il sole d’inverno.

Pianta fitodepuratrice

Assorbe liquami organici purificando il terreno, assorbe e trattiene anche i metalli pesanti.

Pianta per combattere i cambiamenti climatici

Sequestra più CO2 e produce e più ossigeno di qualsiasi altra pianta. Si potrà accedere ai carbon credit.

Pianta molto rustica

La pianta riesce a crescere anche con poca acqua, ha pochi nemici e pochissime malattie.

Foglie proteiche

Il contenuto in proteina grezza delle foglie è superiore al 20%, rendendole adatte per l’alimentazione animale e per la produzione di insilati.

Fiori melliferi

L’abbonante e prolungata fioritura consente la produzione del pregiatissimo miele di Paulownia.

Legno multiuso, leggerissimo, chiamato “alluminio del legno”, che non assorbe umidità, brucia sopra i 450 °C, ha un bassissimo coefficiente di conducibilità termica, non è attaccato dai tarli, si lavora facilmente, si essicca rapidamente e non si deforma.

Impiego nelle produzioni di mobili barche, bare rivestimenti, edilizia, case mobili, arnie, pannelli per cappotti termici, tavole da windsurf, sci, biochar ecc.

legno di Paulownia

Scopri anche > La Paulownia: grande opportunità per investimenti, agro forestazione, ambiente e bellezza

A chi può quindi interessare la Paulownia?

  • Agricoltori per agroforestazione, rimboschimenti, produzioni energetiche, fertilizzanti
  • Proprietari terrieri che vogliono realizzare investimenti verdi di lunga durata
  • Pubbliche amministrazioni per forestazione urbana, oasi relax, parcheggi e disinquinamento
  • Investitori investimenti green per ambiente salute e bellezza
  • Ambientalisti per smaltire la CO2, e migliorare l’ambiente
  • Aziende inquinanti per compensare l’inquinamento che producono e fitorisanare i terreni
  • Architetti e progettisti nuovi progetti ambientali con impiego di legno particolarmente interessante
  • Commercianti di prodotti per l’agricoltura vendita fertilizzanti, apparecchiature ecc.
  • Aziende di lavorazione del legno per le molteplici possibilità di produrre manufatti in legno
  • Aziende di costruzioni per utilizzo edile e per rivestimenti, pannelli e applicazioni diverse
  • Aziende alimentari per le produzioni di miele di paulownia
  • Aziende agrozootecniche per la produzione di insilati e il disinquinamento di terreni
  • Aziende di produzione fertilizzanti per produzioni di biochar
  • Amanti della natura e della bellezza

Bio Ecologia per L’Agricoltura

Sviluppo della nostra attività

L’azienda B.E.A. sas (Bio Ecologia per L’Agricoltura) di Bologna si occupa del mondo intero della Paulownia, che non può comprendere semplicemente la vendita delle piante, ma ogni aspetto che coinvolge la coltura di questa pianta, così come viene delineato nei contratti che noi possiamo stringere con agricoltori, aziende pubbliche e private, commercianti, investitori, ambientalisti, giardinieri e altro ancora.

Paulownia, la pianta del futuro
I bellissimi fiori della Paulownia, la pianta del futuro

Per tutte queste attività la vendita delle piante è accompagnata, ove richiesta, da una progettazione ambientale di supporto agli enti pubblici, ai progettisti, alle aziende per realizzare:

  • Oasi urbane,
  • Rimboschimenti,
  • Boschetti di Paulownia per compensare la produzione di CO2,
  • progettazioni ambientali,
  • contenimento di frane,
  • rinaturalizzazioni,
  • bonifiche ambientali,
  • fitodepurazione,
  • inserimenti paesaggistici,
  • impianti per produrre energia e biochar,
  • ottenimento dei carbon credit.

L’accrescimento della pianta è talmente rapido da consentire, dopo il primo taglio, il raggiungimento in pochi anni di dimensioni adatte ad un secondo, terzo e anche quarto taglio.
Questo consente di ottenere un reddito per un periodo di almeno 32-36 anni, lasciando svolgere alla pianta, nel contempo, le sue molteplici funzioni: ambientali, ornamentali, protettive, ecosostenibili.
Consente agli agricoltori di vivere in collina con redditi soddisfacenti, attraverso delle tecniche di agroforestazione.


Per avere ulteriori informazioni visitare il sito www.paulowniawow.it e www.beabioecologiaperagricoltura.it

di Mario de Nardo

Next Post

Progetti che fanno respirare le città

Sab Gen 6 , 2024
Gli alberi non sono solo elemento decorativi, ma preziosi alleati nella lotta al cambiamento climatico, per migliorare la qualità dell’aria e della vita delle persone. Agire oggi per il domani.  Immaginare un mondo in cui le città imparano a mitigare gli impatti degli eventi estremi ripartendo dalla natura e non
KilometroVerdeParma

Ti può interessare anche...

seers cmp badge